Castelli di Cannero

Cannobio
2018 - in corso

Il restauro e la valorizzazione dei Castelli di Cannero (su progetto architettonico di Simonetti Architettura) ha affrontato numerose sfide logistiche e tecnologiche, con l’obiettivo principale di rispettare i vincoli architettonici di conservazione, mantenendo l’accessibilità limitata e gli spazi ristretti.

Il sistema impiantistico, alimentato da un cavo subacqueo per garantire l’energia elettrica. Le opere strutturali, mirate al consolidamento dell’esistente, prevedono l’uso di materiali come malte a base di calce naturale e legno di castagno.

L’organizzazione logistica per il cantiere, sfidando gli ostacoli del trasporto via acqua e la limitata accessibilità, richiede la creazione di una piattaforma temporanea e l’impiego di gru edili e minigru per il trasporto dei materiali.

Il consolidamento e il restauro delle murature richiedono l’allestimento di oltre 15.000 mq di ponteggi, evidenziando la complessità dell’intervento su un edificio con spazi fruibili limitati.

Lo sviluppo del progetto ha considerato attentamente l’interazione armoniosa tra l’edificio e il suo contesto circostante, adottando soluzioni ingegneristiche e architettoniche che rispettassero l’identità storica dei Castelli di Cannero.

L’attenzione ai dettagli e la ricerca di materiali e tecniche compatibili con il contesto storico hanno caratterizzato l’approccio progettuale, con particolare enfasi sul mantenimento delle caratteristiche architettoniche originali e sull’adattamento alle normative di conservazione.

Related projects

Roma / 
2021 - in corso
Milano / 
2020 - in corso
Milano / 
2021 - in corso