Palazzo del Principe di Piombino

Milano
2020 - in corso

Il progetto di riqualificazione dell’edificio storico situato in Corso Venezia 56 è un’opera complessa volta a restituire non solo la sua antica grandiosità architettonica e funzionale, ma anche a preservare la sua storia e la sua importanza culturale all’interno del tessuto urbano di Milano. Costruito nel 1871 per volontà del Principe di Piombino, l’edificio rappresenta un gioiello dell’architettura neoclassica, che riflette l’eclettismo e la fervida creatività dell’epoca.

Tuttavia, nel corso dei decenni, l’edificio ha subito una serie di interventi che ne hanno compromesso l’integrità e l’identità originaria. In particolare, gli interventi degli anni ’70 hanno trasformato l’edificio residenziale in una banca, introducendo elementi estranei che hanno alterato la sua coerenza architettonica e la sua funzionalità. Questo ha comportato una sorta di chiusura nei confronti dell’ambiente circostante e del pubblico, privando l’edificio della sua vitalità e del suo ruolo di punto di riferimento nella vita della città.

Il progetto di riqualificazione si pone quindi l’ambizioso obiettivo di restituire al palazzo la sua dignità e la sua importanza nel contesto urbano. Questo sarà realizzato attraverso un’attenta opera di restauro e recupero delle caratteristiche architettoniche originali, eliminando gli elementi aggiuntivi e ripristinando la leggibilità delle facciate e degli spazi interni. Al contempo, l’edificio sarà adattato alle esigenze moderne, con una destinazione terziario-commerciale che mira a garantire la massima accessibilità e inclusione del pubblico.

Una parte fondamentale del progetto riguarda la valorizzazione del giardino, che sarà ripensato e reso più fruibile, contribuendo a restituire all’edificio la sua centralità e il suo ruolo di punto di incontro e di scambio culturale nella città di Milano. Sarà inoltre prevista la realizzazione di uno spazio ipogeo su due livelli al posto dell’autosilo interrato rimosso, consentendo una migliore fruizione degli spazi sotterranei.

Ulteriori interventi riguarderanno il recupero e l’ampliamento degli spazi ipogei del giardino, la risistemazione del portico con riconfigurazione dell’ingresso e la sostituzione delle porte esistenti per garantire un aspetto omogeneo. Sarà inoltre prevista la realizzazione di un corpo vetrato nel giardino e la riconfigurazione della corte compresa tra le ali posteriori dell’edificio, con una pavimentazione lapidea di colore chiaro per portare luminosità naturale all’ambiente ipogeo.

In definitiva, il progetto si propone di conservare e valorizzare il patrimonio architettonico e culturale di Milano, rendendo l’edificio di Corso Venezia 56 un simbolo di rinascita e di rinnovamento urbano, un luogo in cui passato e presente si fondono armoniosamente per creare uno spazio vitale e inclusivo nel cuore della città.

Related projects

Roma / 
2021 - in corso
Milano / 
2021 - in corso